Strategia. Creatività. Risultati.

3 ERRORI DA EVITARE NELLA TUA STRATEGIA EMAIL MARKETING

L’email marketing consiste nell’invio di messaggi commerciali ai consumatori via email, per favorire la vendita di prodotti e servizi, promuovere la fedeltà o condividere informazioni importanti.

Come metodo per raggiungere un vasto pubblico, oggi ci si focalizza sulla personalizzazione, segmentazione e consenso. A partire da questi tre concetti approfondiremo gli errori da evitare per la tua campagna di email marketing.

Email Marketing efficace: come aumentare i tassi di conversione.

Qualunque sia il tuo obiettivo di partenza, se vuoi affidarti all’email marketing come tecnica strategica, ti consigliamo di partire proprio dallo studio degli errori che vengono commessi con maggior frequenza.

Sbagliando si impara, ma grazie ai giusti accorgimenti (e un po’ d’aiuto da parte di esperti del settore) sarà possibile evitare le trappole più comuni. Questo ti porterà a creare campagne di email marketing più efficaci e mirate, ottenendo così risultati migliori fin da subito.

1.

Non proporre contenuti generici

Non esiste una formula di comunicazione che sia universale nel contesto dell’invio di email marketing perché ogni cliente è unico. Le email per essere efficaci devono quindi tener conto di questa diversità, adattandosi al pubblico specifico e fornendo contenuti personalizzati.

La creazione di contenuti generici e la mancanza di personalizzazione sono errori comuni che possono compromettere l’efficacia delle strategie di marketing.

Quindi uno dei primi passi che dovrai fare sarà quello di individuare il tuo target (in gergo le “Buyer Personas”) di riferimento per ottimizzare il tasso di coinvolgimento e di apertura delle email.

Un buon tasso di apertura può oltretutto ottimizzare le percentuali di conversione e/o lead generation.

Quando il contenuto è troppo generico, rischia di non risuonare con il pubblico target e di passare inosservato. La mancanza di personalizzazione può far sentire gli utenti trascurati, riducendo l’engagement e la fiducia nei confronti del marchio.

Facciamo un esempio:

Immagina di essere un’azienda che vende prodotti per animali domestici e di inviare una email generica a tutti i tuoi utenti, senza tener conto del fatto che alcuni hanno cani, altri gatti e altri ancora uccelli.

Se ti concentri solo sulla promozione di prodotti per cani, i clienti con gatti o uccelli potrebbero sentirsi trascurati e quindi meno interessati alla tua comunicazione.

Tuttavia, se segmenti la tua lista e invii offerte personalizzate per ogni tipo di animale domestico, creerai un legame più forte con ciascun cliente, assicurando che nessuno si senta escluso. Questo non solo aumenterà il coinvolgimento, ma renderà anche la tua campagna di email marketing più efficace.

2.

Contenuti non ottimizzati e scarsa considerazione dell’esperienza utente

Contenuti non ottimizzati

Il successo della tua strategia di email marketing dipenderà in gran parte da come si presenteranno i messaggi nella casella di posta dei tuoi contatti.

Scegli colori, testi e immagini adeguandoli al tuo target e alla tua azienda.

Come?

La qualità dell’oggetto è fondamentale per il successo delle campagne di email marketing. Un titolo accattivante cattura l’attenzione del destinatario, generando interesse e promuovendo la lettura. La chiarezza e la precisione del titolo facilitano la comunicazione del messaggio e riducono il rischio di filtraggio come spam.

Prestare attenzione ai contenuti della tua email è altrettanto importante. Prediligi innanzitutto un copy chiaro e breve. Fai attenzione ai refusi che possono creare una cattiva impressione o, nella peggiore delle ipotesi, alterare il significato del messaggio.

Prima di inviare o programmare un’email, controlla attentamente il testo per individuare errori ortografici o di battitura. Verifica anche i link, le call-to-action (che devono essere chiare e invitare all’azione desiderata) e i testi nelle immagini.

Scegli un design adeguato per aumentare le probabilità di successo del tuo messaggio. Per evitare la monotonia di un modello sempre uguale, suggeriamo di diversificare il formato delle comunicazioni utilizzando il giusto numero di immagini, possibilmente alternate al testo.

Quando crei un’email da inviare, considera che la maggior parte dei destinatari la leggerà su dispositivi mobili. È quindi fondamentale garantire una buona esperienza utente (UX) anche su smartphone.

3.

Eccessiva frequenza di invio o mancanza di consenso

Un altro aspetto che non deve essere trascurato è quello relativo al consenso e ciò che ne comporta.

La tua strategia di email marketing deve cominciare con la raccolta degli indirizzi email dei tuoi prospect e clienti in modo legale e con il loro consenso. Questo passo iniziale è fondamentale per costruire una base di contatti solida e rispettare la privacy dei tuoi utenti.

Ti consigliamo di adoperare liste conformi alla normativa sulla privacy e di creare un database proprio in modo corretto e trasparente tramite la lead generation. Quest’ultima permette di acquisire contatti qualificati, potenzialmente interessati ai prodotti e servizi dell’azienda, che possono essere impiegati in modo efficace anche nelle strategie di email marketing.

Ricorda anche di evitare l’invio di email di massa senza adeguare il contenuto ai diversi gruppi target tramite la segmentazione. Il rischio è che le tue newsletter non vengano considerate importanti e potrebbero essere ignorate, anche se il contenuto è attraente e ben curato.

Per ottenere i migliori risultati, considera le qualità specifiche del tuo pubblico.

Se il tuo target è composto principalmente da professionisti che lavorano in ufficio, potrebbe essere più efficace inviare le email durante le ore lavorative, preferibilmente al mattino quando sono più propensi a controllare la posta.

Al contrario, se ti rivolgi a studenti universitari, potresti avere più successo programmando l’invio nel tardo pomeriggio o in serata, quando è più probabile che siano online.

Durante la registrazione o nella email di benvenuto, informa i destinatari sulla frequenza delle newsletter e invita a comunicare le loro preferenze. Tieni conto delle diverse esigenze dei vari segmenti di utenti e fornisci sempre la possibilità di disiscriversi.

Monitoraggio e analisi dei risultati.

Analizza i principali indicatori di performance della tua campagna di email marketing per ottimizzare le future azioni e ottenere risultati migliori.

È importante utilizzare strumenti di tracciamento per monitorare metriche chiave come:

  • Tasso di apertura: indicatore che rappresenta il numero di email aperte rispetto al numero di email inviate. È fortemente influenzato dalla scelta dell’oggetto e dal nome del mittente. Assicurati di creare oggetti accattivanti e di utilizzare un mittente riconoscibile per aumentare il tasso di apertura delle tue email.
  • Tasso di clic: indica il numero di link cliccati all’interno delle tue email diviso il numero di email inviate. Per migliorare questo tasso, lavora sul design delle tue email, sulle CTA, e assicurati che le tue offerte abbiano un valore aggiunto significativo per i destinatari.
  • Tasso di conversione: questo indicatore misura la percentuale di iscritti che completano un’azione specifica (CTA, call-to-action) via email. È una metrica importante per valutare il ritorno sull’investimento (ROI) delle tue campagne. Concentrati su CTA chiare e rilevanti per migliorare il tasso di conversione.
  • Tasso di disiscrizione: valore che rappresenta la percentuale di persone che si disiscrivono dalle tue email rispetto al numero di email inviate. Per ridurre le disiscrizioni, considera di diminuire la frequenza di invio delle tue email e di migliorare la segmentazione del tuo pubblico per inviare contenuti più pertinenti.

 

Analizzando questi dati, è possibile ottenere preziose informazioni sull’efficacia della tua strategia e apportare eventuali correzioni o miglioramenti.

Il monitoraggio dei risultati ti aiuta a identificare trend e modelli di comportamento dei tuoi utenti, consentendoti di adattare la tua strategia. Se noti che determinati tipi di contenuti generano una risposta più positiva da parte dei tuoi utenti, puoi concentrarti su di essi e ottimizzare ulteriormente la tua strategia.

Rispettando queste considerazioni, eviterai di cadere negli errori più comuni, e anche tu potrai creare una strategia di email marketing vincente e in linea con i tuoi valori.

Considera sempre di affidarti ad esperti del settore che possano guidarti passo passo verso una strategia di email marketing di successo e che tengano conto di tutte le tue esigenze.

Altri articoli